Get Adobe Flash player

Appuntamenti

appuntamenti a cui partecipiamo

E.S.C. Esperienza di Scuola Condivisa

banner- ESC completo facebook

 

VIDEO REPORTAGE DELLA PRIMA SETTIMANA

poi seguire tutti i giorni del progetto dal 7 al 18 settembre (2020)

al link della nostra pagina

fecebook 

Arriva a Fiumicino il progetto E.S.C.

5-19 settembre 2020

L’outdoor education a supporto dei genitori e bimbi

con il progetto di Esperienza di Scuola Condivisa

 

Si terrà dal 5 al 19  settembre nello spazio di Villa Guglielmi a Fiumicino il progetto di Esperienza di Scuola Condivisa E.S.C. Un progetto sperimentale, dedicato ai bambini dai 6 agli 11 anni, costruito per andare incontro alle esigenze delle famiglie nella Fase 3, promosso e ideato dalla cooperativa sociale Namasterra e realizzato in ATS con l’APS teRRRe Arte Sostenibilità e Cultura, l’ODV Gruppi Archeologici d’Italia, in collaborazione con IPU (Istituto Universitario Progetto Uomo, sede distaccata dell’Università Salesiana), l’I.C. Porto Romano e con il Patrocinio del Comune di Fiumicino.

Finanziato da Lazio Crea nell’ambito del programma “Avviso pubblico per la selezione di progetti sull’Outdoor Education di Enti del Terzo Settore” , l’iniziativa di scuola condivisa propone un percorso di accompagnamento alla ripresa della vita sociale e culturale da parte dei piccoli  in completa simbiosi con la comunità e il territorio. Un progetto che risponde alle esigenze delle famiglie, nel rispetto della sicurezza delle norme anti Covid-19, mettendo al centro il benessere di bambini e ragazzi, in vista anche dell’avvio delle scuole.

E.S.C propone un percorso di apprendimento diffuso, gratuito e all’aria aperta caratterizzato da diverse attività e divise in cicli da 5 giorni. Ogni ciclo esperienziale sarà caratterizzato da una componente didattica, una espressivo relazionale e una ludico creativa. Durante il percorso saranno proposti ai partecipanti attività esplorative, visite guidate a siti archeologici di Fiumicino, passeggiate naturalistiche, laboratori creativi e ludici utilizzando, per questi ultimi anche tecniche derivanti dal teatro delle emozioni. Sono previsti, inoltre, spettacoli teatrali, laboratori per l’osservazione pianeti e l’osservazione Astronomica e laboratori artistici a contatto con la terra e la natura. È, inoltre, previsto l’inserimento di due bambini con DSA diagnosticata per ogni gruppo.

Il progetto di outdoor education arriva grazie ad E.S.C per la prima volta a Fiumicino, mettendo in sinergia diverse realtà locali e rappresenta una innovativa offerta formativa per bimbi e genitori e punta a essere un modello per il territorio rispondendo in modo appropriato ai nuovi bisogni educativi e contribuendo alla crescita di nuove generazioni più equilibrate, serene, curiose, preparate e capaci di apprendere.

“Il progetto, novità importante per la Città  – spiega Barbara Badaracco presidente della cooperativa Nasmaterra capofila E.S.C – mira a fornire strumenti di supporto alla scuola pubblica con l’obiettivo di trasformare la difficile esperienza di lockdown in una opportunità. Fondamentale è, infatti, ripensare la scuola e i suoi spazi, conferendo un ruolo attivo al territorio, alle realtà del Terzo settore competenti e alla Comunità in generale, nell’educazione e formazione dei più giovani”.

 

Ufficio stampa

Info:3395759083

Programma progetto ESC definitivo

In memoria di Silvana e Giacinta – 31 gennaio 2020

Il sei gennaio 1944, al numero 492 di viale Tre Denari, all’intersezione con viale di Locandina_Com_31.GennCastel San Giorgio, qui accanto al Giardino della Porta della Riserva, le piccole Silvana e Giacinta stavano giocando al riparo della tramontana sotto la casa, dove abitavano (a sinistra), in attesa di recarsi in chiesa.

In quel giorno di epifania, l’allora parroco di Maccarese Don Pietro, aveva invitato tutti i bambini del quartiere per visitare il presepe, giorno in cui era stata assicurata l’assenza di bombardamenti.

Silvana e Giacinta però, proprio mentre giocavano con le loro bambole di pezza nel cortile, furono sorprese dal fuoco di un aereo americano che a bassa quota, cercò di colpire delle truppe tedesche che si trovavano su viale Castel San Giorgio nei pressi del passaggio a livello.

Quelle tremende mitragliate colpirono Giacinta alla testa e Silvana allo stomaco. Giacinta morì subito mentre Silvana, trasportata con un carretto alla stazione sanitaria di Maccarese, perì poco dopo.

La guerra ha scosso le strade, le case e le vite degli uomini e delle donne di Maccarese. Le vittime della guerra non sono numeri ma volti, persone con nome e cognome.. una parte di noi stessi, rendere visibili quei volti, quelle persone, quelle vite” è oggi per noi doveroso raccontare, per tramandare quanto successo alle nuove generazioni.

Il 1 febbraio si celebra la “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”, istituita dal Presidente Sergio Mattarella il 25 gennaio 2017, al fine di conservare la memoria delle vittime civili di tutte le guerre e di tutti i conflitti nel mondo, nonché di promuovere, secondo i principi dell’articolo 11 della Costituzione, la cultura della pace e del ripudio della guerra.

Articoli:

Articolo – Una Targa per Silvana e Giacinta 2019-09-06 di Valentina Fiordalice -Dimensione News 

Comunicati Stampa:

Cs Commemorazione Maccarese Bambine inaugurazione pannello (1)

Cs inaugurazione pannello Maccarese Bambine

Invito/risposte delle Proloco per la Commemorazione – in Memoria di Silvana e Giacinta –

Pubblicazioni:

https://www.terzobinario.it/maccarese-ricorda-le-piccole-silvana-e-giacinta-con-un-pannello-a-porta-della-riserva/202840

https://www.fiumicino-online.it/articoli/cronaca-2/maccarese-venerdi-31-gennaio-la-commemorazione-di-silvana-e-giacinta

http://www.ostiatv.it/fiumicino-inaugurato-a-maccarese-il-pannello-in-ricordo-di-silvana-e-giacinta-0079769.html

https://www.virgilio.it/italia/roma/notizielocali/maccarese_inaugurato_il_pannello_a_ricordo_di_silvana_e_giacinta_le_due_piccole_vittime_della_guerra-61191754.html

 

In ricordo di Silvana e Giacinta le due bambine uccise in guerra

Foto e Video (da inserire)

 

Eco-Teatro “Un Nemico del popolo”

Eco-Teatro per il territorio

“Un nemico del Popolo” 

“Eco-Teatro per il territorio” è un progetto che si propone di realizzare sul territorio di Fiumicino, una rappresentazione teatrale gratuita di sensibilizzazione culturale e ambientale, grazie alla messa in scena dello spettacolo “Un nemico del popolo” di Henrik Ibsen.

Si tratta di un dramma appassionato e stringente sull’attualità. L’opera del drammaturgo norvegese scritta a fine ‘800 è, infatti, attuale ancora oggi e raggiunge i principali temi moderni come l’ambiente, il lavoro, il potere, la responsabilità etica.

Lo spettacolo andrà in scena presso la Casa della Partecipazione a Maccarese il 29 novembre 2019 ore 21,00 con il contributo della Fiumicino Tributi.

 

Loc-Teatro-UnNemicoDelPopolo

78380022_1491114454376667_8094512489523314688_o78302831_1491114391043340_4611006520241422336_o
77272088_1491115271043252_8851126701619412992_o78380022_1491114454376667_8094512489523314688_o
72191354_1491115417709904_5428532478220435456_o78907118_1491115197709926_4580752087708598272_o
78843156_1491115094376603_5392924927298895872_o76705200_1491114547709991_5139850503437418496_o
78213738_1491114814376631_7642066418220924928_o

 

Rassegna stampa – evento “Un nemico del popolo” Teatro e Territorio dell’Associazione TeRRRe Arte Sostenibilità Cultura

Il Faro online – https://www.ilfaroonline.it/2019/11/24/maccarese-alla-casa-della-partecipazione-arriva-un-nemico-del-popolo/305466/

Q-Fiumicinohttp://www.qfiumicino.com/maccarese-teatro-con-un-nemico-del-popolo-il-29-novembre/

Fiumicino onlinehttps://www.fiumicino-online.it/focus/teatro-terrre-presenta-un-nemico-del-popolo-di-henrik-ibsen

Controlacrisi http://www.controlacrisi.org/notizia/Conoscenza/2019/11/23/53150-un-nemico-del-popolo-il-dramma-di-ibsen-a-maccarese-il-29/

Fregene Onlinehttp://www.fregeneonline.com/maccarese-teatro-con-un-nemico-del-popolo-il-29-novembre/

Geonews https://it.geosnews.com/p/it/lazio/rm/maccarese-alla-casa-della-partecipazione-arriva-un-nemico-del-popolo_26966369

Ostia Tv

Evento Facebook: https://www.facebook.com/ass.terrre/events/

A TUTTO CAMPO

Pagine da POWER POINT- A TUTTO CAMPO (2)

L’idea progettuale che segue è il frutto della collaborazione sinergicatra l’Azienda Agricola Biotorrimpietra, l’Associazione teRRRe e laCooperativa Sociale NAMASTERRA. L’intervento sarà realizzato in accordo con il Comune di Fiumicino (assessorato alle politiche sociali e le attività produttive), presso l’Azienda Agricola Bio Torrimpietra e in due plessi scolastici del territorio. La proposta concorrerà alla selezione prevista dal bando «Coltiviamo Agricoltura Sociale 2019»

 

 

 

 

COME VOTARE IL PROGETTO 🐮🐣🐥🐓

1) iscriviti: aprendo questo link https://www.coltiviamoagricolturasociale.it/progetti/a-tutto-campo/  dal menù del sito (in alto a destra trovi iscriviti) procedi con la registrazione nome cognome mail ecc.

2) conferma: riceverai una mail da Coltiviamo Agricoltura Sociale conferma  cliccando sul link

3) accedi: dovrai reinserire username e password creati in fase di iscrizione per procedere con la votazione

4) VotaA TUTTO CAMPO” CLICCANDO su 👍

A TUTTO CAMPO rappresenta un modello sperimentale, altamente innovativo per il territorio del Comune di Fiumicino. Il progetto prevede l’attivazione e lo scambio sinergico di competenze tra diversi attori del sociale (servizi sociali, cooperative, aps), istituti scolastici e aziende agricole locali. L’obiettivo è l’attivazione di una rete territoriale per l’utilizzo dell’agricoltura multifunzionale come strumento per l’inclusione sociale e lavorativa, l’educazione
ambientale e alimentare nelle scuole, la valorizzazione delle risorse del territorio. Il progetto prevede l’organizzazione di visite guidate ed eventi aperti ai cittadini all’interno dell’Azienda Agricola Biotorrimpietra.

Eco GenerAzioni – La Cultura e l’Arte del Mare

-A3 DEF (2)_Pagina_1

L’obiettivo è dare un contributo alla problematica ambientale del mare e delle spiagge del territorio di Fiumicino e in particolare sensibilizzando sulla tematica i giovani in età scolare.

Saremo presenti nell’ambito della Notte Bianca del 13 luglio  dalle 17.00 presso la Casa della Partecipazione di via del Buttero. Vi aspettiamo!

La Mostra rimarrà esposta fino al 30 settembre 2019

Mostra-EcoGenerAzione 1

Mostra-EcoGenerAzione 4

 

 

 

Mostra-EcoGenerAzione 3

Mostra-EcoGenerAzione 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto di ricerca esplorativo del JRC RIMMEL per la raccolta di informazioni sui macro-rifiuti galleggianti eseguito dall’Accademia del Leviatano

 

 

Mostra-EcoGenerAzione 5

Mostra-EcoGenerAzione 6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ringraziamo: Roberto Crosti, Antonella Arcangeli, Ilaria Campana, Daniel González Fernández, Miriam Paraboschi per la gentile concessione della Ricerca

 

Comunicato Stampa-Progetto Eco-GenerAzione Associazione TeRRRe

66653626_1364908090330638_6012705510023757824_n66402006_1364905916997522_6738225924128374784_n
66443545_1364907546997359_7502572198343737344_n66628570_1364906423664138_3697278624886423552_n
20190713_19091620190713_182950
20190713_18372820190713_183716
20190713_18380120190713_182823
67169421_1364908166997297_6197414895030370304_n20190713_182834
20190713_19092020190713_183743
66436204_1364908656997248_4982707043170254848_n20190713_185752
67411921_1364907993663981_3799886029243023360_n64588377_1364906696997444_7711980136383381504_n

Verso il 23 marzo – “Marcia per il Clima”

BANNER MARCIA PER IL CLIMA (3)Ovunque in Italia lo sviluppo legato alle grandi opere sta deteriorando irreversibilmente l’ambiente naturale. Le conseguenze della cementificazione dei territori, di mega-porti e discariche fuori controllo, le trivellazioni dei fondali marini, i pesticidi necessari alle monocolture intensive, mettono a rischio non solo la biodiversità e il clima ma anche la salute degli abitanti. E’ ormai chiaro che questo modello di sviluppo rappresenta inoltre uno spreco di risorse pubbliche, comporta corruzione, a scapito della collettività e dei beni comuni. Le conseguenze ad esso legate ci stanno portando sul baratro della catastrofe ecologica.
In questo quadro Fiumicino non fa eccezione, in quanto oggetto di una serie di progetti di mega opere inutili che minacciano di devastare il territorio. La costruzione del porto commerciale, il raddoppio dell’aeroporto, il mega impianto di smaltimento dei rifiuti nella zona nord del paese, rappresenterebbero sicuramente un’opportunità, per alcuni, di spartirsi gli indotti derivanti dalle speculazioni che come sempre caratterizzano le grandi opere nel nostro paese. Ma tutti gli altri pagherebbero il prezzo dei terribili impatti che tali opere comportano: inquinamento dell’aria, delle acque e del suolo, aumento dell’erosione costiera, degrado degli habitat e un generale abbassamento della qualità della vita.
Da anni come comitati cittadini e collettivi portiamo avanti battaglie contro la realizzazione di questi ecomostri, tentando così di contrastare un modello di sviluppo nocivo e a favore di pochi. Vogliamo e proponiamo uno sviluppo differente per Fiumicino, che parta dalle idee e dai bisogni di coloro che vivono realmente il territorio. Crediamo che il nostro paese abbia un alto potenziale ma venga spesso tradito da politiche speculative a breve termine. Le risorse archeologiche vengono ignorate, il turismo viene spesso tarpato da una mobilità pubblica inefficiente e dalla scarsa manutenzione delle nostre coste, le risorse naturali subiscono speculazioni edilizie continue, il nostro patrimonio agroalimentare dovrebbe beneficiare di una riconversione al biologico e a filiera corta.
I comitati, i movimenti, le associazioni e i singoli che in Italia da anni si battono contro le grandi opere inutili e imposte hanno deciso di lanciare una nuova mobilitazione contro i cambiamenti climatici e per la salvaguardia del Pianeta, con una manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 23 Marzo.
Come collettivi e comitati presenti a Fiumicino abbiamo aderito alla chiamata e pensiamo che il percorso verso questa manifestazione rappresenti un’occasione per una mobilitazione cittadina a difesa della giustizia ambientale e sociale del nostro territorio. Perciò invitiamo tutte e tutti a partecipare all’incontro che si terrà il 17 Marzo 2019 a piazza G.B. Grassi per parlare delle grandi opere che minacciano il nostro paese e per costruire insieme la manifestazione del 23 marzo.
Perché l’unica grande opera possibile è la difesa del territorio
Coordinamento territoriale di Fiumicino per la giustizia ambientale e contro le grandi opere

Seminario informativo sulla reintroduzione della coltivazione della Canapa Sativa nel territorio del Comune Fiumicino

Appuntamento con il seminario informativo del “Progetto di ricerca sulla reintroduzione della coltivazione della Canapa Sativa nel territorio del Comune di Fiumicino” il prossimo

16 febbraio alle ore 17.00 

presso la Casa della Partecipazione,

via del Buttero 3,  Maccarese.

 

Appuntamento con il seminario informativo del “Progetto di ricerca sulla reintroduzione della coltivazione della Canapa Sativa nel territorio del Comune di Fiumicino” il prossimo 16 febbraio alle ore 17.00 presso la Casa della Partecipazione, via del Buttero 3,  Maccarese.

Con questo convegno si conclude la seconda fase del progetto promosso  dall’Associazione TeRRRe e dall’assessorato alle Attività Produttive del comune di Fiumicino, in cui saranno presentati i dati della ricerca: relazione delle analisi del terreno effettuate in quattro aree agricole del territorio comunale; relazione descrittiva del territorio e mappatura agricola locale; relazione descrittiva dell’ambiente agricolo maggiormente idoneo per la coltivazione della Canapa Sativa nel territorio del comune di Fiumicino. Simulazione di un Business Plan (costi/ricavi) dalla coltivazione e trasformazione ad uso alimentare di Canapa Sativa.

“Riteniamo che la Canapa Sativa o Canapa industriale in virtù dei possibili e differenti utilizzi meriti di essere di nuovo riconosciuta come una delle risorse naturali da valorizzare. E’ importante, quindi, far conoscere, suscitare interesse e dare gli strumenti a un territorio di trasformare localmente i prodotti; questo può rappresentare un punto di forza per il rilancio a largo raggio di tutta l’economia locale verso un’agricoltura sostenibile”.

Il seminario è rivolto agli agricoltori locali e associazioni di categoria, agli amministratori, agli attori economici del territorio e a tutti coloro che sono interessati a uno sviluppo sostenibile del territorio.

 

Educare al rispetto il valore delle donne

Durante la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne

Educare al rispetto il valore delle donne

Stimoliamo una riflessione sulle donne, su noi stessi, sulla nostra concezione della società attuale.

presso I.T.C. Paolo Baffi di Maccarese

Locandina_v02_Arancio

Corso di Educazione Civica sui principi fondamentali della Costituzione Italiana

Il corso gratuito è rivolto alla cittadinanza italiana e straniere durante il quale verranno affrontati i dodici principi fondamentali della costituzione italiana sui quali si basa l’ordinamento del nostro stato.

Lo scopo del corso è quello di sensibilizzare i cittadini circa i principi ispirati dell’ordinamento repubblicano.

Gli incontri si terranno ogni martedì a partire dall’11settembre al 22 dicembre presso la Casa della Partecipazione via del Buttero 3 Maccarese per informazioni e partecipazione al corso telefonarea al 3314705096

EducazioneCivica

La memoria viva di Vittorio Mantelli. La “Città del Volo”. Si può fare.

Oggi giovedì 18 Febbraio alle ore 17,00 si terrà la presentazione dell’iniziativa La memoria viva di Vittorio Mantelli. LA CITTA’ DEL VOLO. SI PUO’ FARE, organizzata dall’ Associazione TeRRRe e da Associazione Culturale Controlacrisi.

Presso la sala conferenze del Comune di Fiumicino in via Portuense 2498, si terrà la presentazione dell’iniziativa “La memoria viva di Vittorio Mantelli. LA CITTA’ DEL VOLO. SI PUO’ FARE”, organizzata dall’ Associazione TeRRRe e da l’ Associazione Culturale Controlacrisi.

Nel ricordare Vittorio Mantelli (morto il 7 gennaio 2015 e oggi giorno del suo compleanno) storico esponente della Sinistra romana e locale, da sempre impegnato nelle lotte aeroportuali e da ultimo delegato alle politiche agricole del Comune di Fiumicino, sarà aggiornata e rilanciata l’idea della Città del Volo, il progetto (la proposta di Legge) per la promozione, lo sviluppo socio-economico e per la gestione dei selvaggi processi di ristrutturazione aziendale che hanno coinvolto i dipendenti dell’aeroporto di Fiumicino. Una problematica quella dell’espulsione dei lavoratori con diritti, sostituiti negli anni da migliaia di precari, che si è ampliata e alla quale la legge può porre rimedio.

L’idea partita da Mantelli nel 2005, mira quindi a trasformare Fiumicino in un distretto di servizi aeronautici ad alto contenuto professionale.

L’iniziativa sarà un’occasione per fare il punto della situazione insieme a istituzioni, sindacati e cittadini.

Parteciperanno: Marco Trasciani ( Lavoratore Alitalia e membro del Laboratorio Città del Volo) Ivano Peduzzi (Ex Consigliere Regionale del Lazio) Esterino Montino (Sindaco di Fiumicino) Anna Maria Anselmi (Assessore Attività Produttive del Comune di Fiumicino), Esponente di Sel, Silvana de Nicolò (M5S) Eugenio Stanziale (Filt Cgil Roma e Lazio), Susi Colella (USB), Antonio Amoroso (CUB), Riccardo Filesi (Comitato CORISTA).

Introduce Fabio Sebastiani (Giornalista di Controlacrisi). Coordina Angelo De Marco (Associazione teRRRe)

IL VIDEO

Vittorio Mantelli, la sua “Città del volo” contro la speculazione e la barbarie del capitale. Ieri l’incontro per ricordarlo