Get Adobe Flash player

Senza categoria

IT IS Etruria

Verde e Oro Riquadro Bordo Geometrico Floreale Matrimonio Invito (1)

Evento in programma

Ceri Camminata Spirituale 

Per Prenotazione Kioko tel.339 6318572 anche tramite Whatsapp

Ceri

 

Data ancora da definire

 

IT IS Sabina

  • _DSC0709 - Copia (2)
  • _DSC0970_2
  • css slideshow
  • _DSC1035 - Copia
_DSC0709 - Copia (2)1 _DSC0970_22 _DSC1943-43 _DSC1035 - Copia4
bootstrap carousel example by WOWSlider.com v9.0

Verde e Oro Riquadro Bordo Geometrico Floreale Matrimonio Invito (1)

 

 CalendarioAutunnale

DISTANZIAMENTO

Eventi in programma

Per info e prenotazioni Alessandra al Nr whatsapp 335 5454643

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Domenica 31 ottobre 2021

Godiamo l’autunno in Sabina con una bella camminata sui

Monti Sabini

Trekking in Sabina-31

 

Cottanello vanta uno dei più bei paesaggi laziali, censito tra i Paesaggi Rurali Storici. Cammineremo tra le Casette, l’antico villaggio dei pastori, pascoli e boschi dove dominano cerri secolari e vecchi aceri campestri.

Immersi nell’atmosfera di questo autunno che si è già rivelato ricco di sfumature faremo una sosta all’Antica Cava di marmo rosso

Dettagli Camminata: giro ad anello di km 6,00 a/r. Durata: circa 3h (con soste per spiegazioni, foto ecc.);

Partenza ore 10.00 da Cottanello. Il luogo esatto verrà comunicato ai prenotati

Difficoltà: minima “T”( classificazione del CAI).Dislivello: circa 260 mt

Cani: si, al guinzaglio

In caso di meteo averso l’evento sarà annulato

L’evento è rivolto ai Soci Terrre aps. Se non sei ancora socio puoi diventarlo (costo tessera 5,00 €) e partecipare alle nostre camminate

Per info e prenotazioni Nr whatsapp 335 5454643 oppure info@teRRRe.it; modalità di pagamento (bonifico o Pay Pal) le coordinate sono indicate nel https://www.terrre.it/…/RegolamentoGenerale-Modalit%C3…

L’Antica Cava di marmo rosso, un luogo pieno di fascino e di memorie storiche: qui vennero cavate per la Fabbrica di San Pietro, 46 colossali colonne interne della Basilica di San Pietro ed è possibile vedere ancora una colonna incassata nel blocco originario oltre a misteriose iscrizioni.

Il marmo rosso Cottanello ha arricchito le principali chiese barocche di Roma (S. Maria degli Angeli e Martiri, S. Agnese in Agone, S. Andrea al Quirinale, S. Maria Maggiore etc) insomma un marmo amato sia dal Bernini che dal Borromini che ci realizzò il monumento funebre di Mons. Clemente Merlini. Dal 2018 la Cava di Marmo Rosso è stata dichiarata Monumento Naturale della Regione Lazio . Consigliatissima la macchina fotografica”.

Visita  la Storymap della giornata

⇓ 

 

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Domenica 7 novembre Roccantica

Camminata lungo il Sentiero degli Eremi tra natura storia e leggenda

 

Trekking 7 nov Sabina

 

Durata percorso: circa 4 ore oltre alla pausa pranzo

Presenza di guadi: si, un piccolo guado per vedere la cascata (facoltativo) Terminata l’escursione sarà possibile ristorarsi presso le strutture in zona e passeggiare nel bel borgo ammirando gli incantevoli panorami.

Da vedere: la Torre di Nicolò II (X secolo), il Santuario di Piedirocca e,salvo chiusure, la piccola chiesa di S.Caterina. Dopo la pausa pranzo torneremo al punto di partenza percorrendo lo stesso tragitto dell’andata.

Si cammina in fila indiana perché il sentiero è stretto prestando molta attenzione alla presenza di sassi lungo il percorso.

Sono consigliati scarponcini da trekking alla caviglia.

Non esistono particolari difficoltà ed i dislivelli sono modesti.

In caso di meteo averso l’evento sarà annullato

L’evento è rivolto ai Soci Terrre aps. Se non sei ancora socio puoi diventarlo (costo tessera 5,00 €) e partecipare alle nostre camminate

Per info e prenotazioni Nr whatsapp 335 5454643 oppure info@teRRRe.it; modalità di pagamento (bonifico o Pay Pal) le coordinate sono indicate nel https://www.terrre.it/…/RegolamentoGenerale-Modalit%C3…

Il sentiero con l’Eremo nella roccia. L’antico molino medievale ed una bella cascata

Partiremo a piedi dall’antico borgo medievale di Roccantica (dove avremo parcheggiato la macchina) e ci addentreremo nella montagna lungo un sentiero immerso in una rigogliosa vegetazione di lecci e ginepri. La meta della nostra passeggiata  è l’Eremo di San Leonardo, Eremo rupestre risalente all’VIII-IX secolo. Il romitorio è ricavato in una grotta, in una parete rocciosa a strapiombo nei boschi a poca distanza dal torrente Galantina.

E’ un eremo “matrioska” perché come le famose bambole russe racchiude al suo interno più strutture una dentro l’altra.

E’ presente anche una vaschetta ricavata nel banco di roccia dove è sempre presente l’acqua cui, tradizionalmente, venivano attribuite qualità taumaturgiche specialmente per le partorienti. Nella grotta stilla acqua.

L’eremo conserva al suo interno ancora tracce di affreschi con volti di Santi e particolari che riconducono a San Leonardo e Santa Caterina d’Alessandria, opera di Jacopo da Roccantica seguace del Coberti.

Il sentiero prosegue per i ruderi di un antico molino ad acqua di cui è ancora visibile la mola ed il sistema di adduzione dell’acqua. Scendendo sul greto del torrente ed attraversando un piccolo guado si ammira la bella cascata la cui portata è variabile in base alla piovosità.

Dopo la pausa pranzo torneremo al punto di partenza percorrendo lo stesso tragitto dell’andata.

Si cammina in fila indiana perché il sentiero è stretto prestando molta attenzione alla presenza di sassi lungo il percorso. Sono consigliati scarponcini da trekking alla caviglia. Non esistono particolari difficoltà ed i dislivelli sono modesti.

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Sabato 9 ottobre 2021

Camminata Esperienziale nel Paesaggio Rurale storico di Cottanello

DISTANZIAMENTO  Locandina-9 ottobreUn sogno di giornata per immergersi nella natura della Sabina a passo lento come piace a noi 

⇒ Dettagli Camminata: la camminata sarà condatta da una Guida escurzionaistica; giro ad anello di km 6,00 a/r. Durata: circa 3h (con soste per spiegazioni, foto ecc.);

⇒ Difficoltà: minima “T”( classificazione del CAI).Dislivello: circa 260 mt

Cani: si, al guinzaglio

⇒ Partecipanti: minimo 6 massimo 12.

⇒ Entro il 6 ottobre prenotazioni e contributo di partecipazione € 25,00 comprensivo di hamburgher di chianina 140 gr o vegetariano (la scelta va comunicata via whatsapp) con pane artigianale e prodotti selezionati.

⇒ Regolamento e modalità di partecipazione (in alto a destra)

 
Per info e prenotazioni Nr whatsapp 335 5454643 oppure info@teRRRe.it; bonifico o paypal alle coordinate indicate sul regolamento TeRRRe aps o che riceverete via whatsapp.
DISTANZIAMENTO

Visita  la Storymap della giornata

⇓ 

 

RegolamentoGenerale ModalitàdiPartecipazione-Iscrizione

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Per una Sabina sostenibile alle Gole del Farfa

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Locandina-12.09-GOLE DEL FARFA

Evento – Camminata del 12 settembre 2021 Gole del Farfa

Domenica 12 settembre torneremo lungo il fiume Farfa in Sabina per visitare le Gole del Farfa con le stesse modalità per una Sabina Sostenibile, probabilemente sarà una delle ultime camminate della stagione per vedere questo piccolo paradiso di impareggiabile bellezza in compagnia delle libellule multicolors, dei girini, di tanti pesci e microrganismi essenziali all’ecosistema del fiume. Come per le camminate precedenti  chiediamo la vostra massima attenzione quando cammineremo in acqua. La piccola area protetta è caratterizzata da un bellissimo tratto di fiume che scorre in una Gola creando piscine naturali. L’acqua, molto fredda, di un verde smeraldo riflette la verdeggiante vegetazione dei boschi che sovrastano la Gola.

Il luogo d’incontro sarà a Poggio Mirteto davanti a Porta Farnese (Piazza Martiri della Libertà) alle ore 10.30 con una tolleranza di 15 minuti

  • Per partecipare è necessario iscriversi entro le ore 13.00 del 11 settembre
  • Le Modalità di Partecipazione sono contenute nel Regolamento-ModalitàdiPartecipazione 
  • Ricordiamo che la partecipazione è di max 12 partecipanti  

 

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

LOCANDINA-GOLE DEL FARFA -29AGOSTO

Evento – Camminata del 28 agosto 2021 Gole del Farfa

Camminata esperienziale in lentenzza per piccoli gruppi per visitare le Gole del Farfa nel Monumento Naturale all’interno della Riserva Naturale Tevere Farfa situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo
LUOGO D’INCONTRO: POGGIO MIRTETO – PORTA FARNESE ORE 10.00

  • Per partecipare è necessario iscriversi entro le ore 13.00 del 27 agosto 
  • Le Modalità di Partecipazione sono contenute nel Regolamento
  • Ricordiamo che la partecipazione è di max 12 partecipanti 

Per informazioni  relative alla richiesta di partecipazione, inviare un messaggio  WHATSAPP alle socie organizzatrici:
Alessandra 335 5454643 – Kyoko339 6318572  indicando nome e cognome di ciascun partecipante.

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

CamminataGoleFarfa13.09

Evento – Camminata del 13 Agosto – Gole del Farfa

Riproponiamo la rigenerante camminata esperienziale lungo il fiume Farfa in Sabina per visitare le Gole del Farfa un Monumento Naturale all’interno della Riserva Naturale Tevere Farfa situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo ricadente nei comuni di Mompeo e Castelnuovo di Farfa in Sabina
La piccola area protetta delle Gole è caratterizzata da un bellissimo tratto di fiume che scorre in una Gola creando piscine naturali. L’acqua, molto fredda, di un verde smeraldo riflette la verdeggiante vegetazione dei boschi che sovrastano la Gola.
Arriveremo in questo piccolo paradiso dopo aver camminato lungo il corso del fiume in un ambiente naturale di impareggiabile bellezza. In nostra compagnia libellule multicolors, girini, tanti pesci e microrganismi essenziali all’ecosistema del fiume.
Per questo chiediamo la vostra massima attenzione quando cammineremo in acqua.

Per partecipare è necessario iscriversi entro le ore 13.00 del 12 agosto con le modalità indicate nel Regolamento 
la partecipazione è di max 12 partecipanti 

Per informazioni  relative alla richiesta di partecipazione, inviare un messaggio  WHATSAPP alle socie organizzatrici:
Alessandra 335 5454643 – Kyoko339 6318572  indicando nome e cognome di ciascun partecipante.
https://www.facebook.com/ass.terrre/

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

Evento – Camminata del 20 luglio Gole del FarfaGole del Farfa-escursione

Camminata refrigerante in lentezza lungo il fiume Farfa per visitare il monumento naturale le gole del Farfa
– Luogo d’incontro: poggio mirteto, piazza martiri della libertà di fronte a porta farnese alle ore 10.00. Successivamente ci recheremo sempre con mezzi propri al fiume Farfa
– PER UNA SABINA SOSTENIBILE:Camminiamo lentamente godendo del refrigerio dell’ambiente fluviale
– Camminiamo sulle sponde del fiume evitando l’acqua per non disturbare la fauna acquatica quando saremo costretti a camminare nelle gelide acque facciamo attenzione a tutti gli esseri viventi che popolano il Farfa 
– Accesso contingentato al tratto finale delle gole per godere degli spazi e dell’esperienza nel rispetto del fiume Durata della camminata andata e ritorno compresa sosta alle gole e, per chi vorrà, bagno nelle piscine naturali: 1,30 h circa

  • Cosa portare: scarpe con suole scolpite, cappello, abbigliamento di ricambio, asciugamano, acqua lt 1,5(possibilmente in bottiglia di alluminio), pranzo al sacco (a poggio mirteto e’ possibile prenotare hamburgers di chianina igp con pane artigianale e prodotti selezionati), sacchetto per eventuali rifiuti.

Prenotazione obbligatoria entro il 18/07 ALESSANDRAFINITI@GMAIL.COM TEL 335 5454643 – GRUPPO FB @VIAGGIO IN SABINA

∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴∴

 

“One Day Vita tra i campi, quotidianità della comunità indiana Sikh di Maccarese”.

DISTANZIAMENTO

Senza titoloAppuntamento con la fotografia lunedì 29 marzo alle ore 18.00 per la presentazione del Reportage Fotografico “One Day. Vita tra i campi, quotidianità della comunità indiana Sikh di Maccarese”. 

Un progetto dell’Associazione TeRRRe, con la collaborazione della Biblioteca Pallottarealizzato dalla Giornalista e Fotoreporter Valentina Fiordalice che attraverso un viaggio fotografico di 34 fotografie in bianco e nero, racconta la quotidianità della popolazione indiana Sikh di Maccarese.

L’obiettivo è stato quello di entrare nelle pieghe della realtà locale cogliendo i diversi momenti del lavoro quotidiano tra i campi, le soddisfazioni, i sogni, i desideri delle persone del gruppo che ormai, da anni, è inserito nel tessuto sociale del territorio del comune di Fiumicino.

Le immagini fanno entrare in contatto con una realtà positiva che giornali e televisioni spesso sono costretti a trascurare, momenti tipici della routine: una vita quotidiana fatta di lavoro, religione, tempo libero, riti, musica, l’integrazione, la relazioni fra persone.

Un viaggio fotografico per ricostruire idealmente una giornata densa di vita, alla scoperta dei diversi momenti significativi dei protagonisti.

Il progetto è stato realizzato con il contributo della Regione Lazio nell’ambito dell’Avviso concorrenziale per le attività di promozione culturale e animazione territoriale.

La mostra sarà presentata on line il 29 marzo 2021 alle ore 18.00 in diretta sulla pagina face book della Biblioteca al link fb.com/bibliofregene e in diretta sulla pagina facebook di teRRRe fb.facebook.com/ass.terrre/                                                  Successivamente la mostra sarà esposta presso la Biblioteca Pallotta di Fregene Viale della Pineta di Fregene, 140, 00054 Fregene RM.

Alla presentazione parteciperanno:

  • Federica Ricci del Riccio – Direttrice della Biblioteca Pallotta di Fregene
  • Cinzia Bronzatti – presidente Associazione TeRRRe
  • Valentina Fiordalice Fotografa – che illustrerà il percorso delle immagini
  • Navanpreet Kaur, una giovane donna indiana cresciuta nel nostro territorio, dove ha studio e attualmente lavora
  • Sara Taranto Flai CGIL: Lacomunità indiana nel mondo del lavoro e nel sistema del welfare o aspetti problematici della dimensione socio-lavorativa

Presentazione mostra One Day testo

CS Mostra Fotofrafica “One Day – Vita tra i campi, quotidianità della comunità idiana Sikh di Maccarese” 

 

E.S.C. Esperienza di Scuola Condivisa

DISTANZIAMENTO

banner- ESC completo facebook

 

DISTANZIAMENTO

 

VIDEO REPORTAGE DELLA PRIMA SETTIMANA

DISTANZIAMENTO

Arriva a Fiumicino il progetto E.S.C.

5-19 settembre 2020

L’outdoor education a supporto dei genitori e bimbi

con il progetto di Esperienza di Scuola Condivisa

 

Si terrà dal 5 al 19  settembre nello spazio di Villa Guglielmi a Fiumicino il progetto di Esperienza di Scuola Condivisa E.S.C. Un progetto sperimentale, dedicato ai bambini dai 6 agli 11 anni, costruito per andare incontro alle esigenze delle famiglie nella Fase 3, promosso e ideato dalla cooperativa sociale Namasterra e realizzato in ATS con l’APS teRRRe Arte Sostenibilità e Cultura, l’ODV Gruppi Archeologici d’Italia, in collaborazione con IPU (Istituto Universitario Progetto Uomo, sede distaccata dell’Università Salesiana), l’I.C. Porto Romano e con il Patrocinio del Comune di Fiumicino.

Finanziato da Lazio Crea nell’ambito del programma “Avviso pubblico per la selezione di progetti sull’Outdoor Education di Enti del Terzo Settore” , l’iniziativa di scuola condivisa propone un percorso di accompagnamento alla ripresa della vita sociale e culturale da parte dei piccoli  in completa simbiosi con la comunità e il territorio. Un progetto che risponde alle esigenze delle famiglie, nel rispetto della sicurezza delle norme anti Covid-19, mettendo al centro il benessere di bambini e ragazzi, in vista anche dell’avvio delle scuole.

E.S.C propone un percorso di apprendimento diffuso, gratuito e all’aria aperta caratterizzato da diverse attività e divise in cicli da 5 giorni. Ogni ciclo esperienziale sarà caratterizzato da una componente didattica, una espressivo relazionale e una ludico creativa. Durante il percorso saranno proposti ai partecipanti attività esplorative, visite guidate a siti archeologici di Fiumicino, passeggiate naturalistiche, laboratori creativi e ludici utilizzando, per questi ultimi anche tecniche derivanti dal teatro delle emozioni. Sono previsti, inoltre, spettacoli teatrali, laboratori per l’osservazione pianeti e l’osservazione Astronomica e laboratori artistici a contatto con la terra e la natura. È, inoltre, previsto l’inserimento di due bambini con DSA diagnosticata per ogni gruppo.

Il progetto di outdoor education arriva grazie ad E.S.C per la prima volta a Fiumicino, mettendo in sinergia diverse realtà locali e rappresenta una innovativa offerta formativa per bimbi e genitori e punta a essere un modello per il territorio rispondendo in modo appropriato ai nuovi bisogni educativi e contribuendo alla crescita di nuove generazioni più equilibrate, serene, curiose, preparate e capaci di apprendere.

“Il progetto, novità importante per la Città  – spiega Barbara Badaracco presidente della cooperativa Nasmaterra capofila E.S.C – mira a fornire strumenti di supporto alla scuola pubblica con l’obiettivo di trasformare la difficile esperienza di lockdown in una opportunità. Fondamentale è, infatti, ripensare la scuola e i suoi spazi, conferendo un ruolo attivo al territorio, alle realtà del Terzo settore competenti e alla Comunità in generale, nell’educazione e formazione dei più giovani”.

 

Ufficio stampa

Info:3395759083

Programma progetto ESC definitivo

TURISMO, RURALITÀ E SOSTENIBILITÀ ATTRAVERSO L’ANALISI DELLE CONFIGURAZIONI TURISTICHE

Per una politica di sviluppo sostenibile del turismo rurale.
Relatori:
Giaime Berti
Giovanni Belletti 
da Accademia EU

Il principio della sostenibilità fa sì che lo sviluppo rurale deve garantire la conservazione delle risorse da cui dipende il processo produttivo, con particolare riferimento a quelle ambientali e culturali. Il rispetto dellambiente naturale e culturale gioca dunque un ruolo cruciale nel processo di sviluppo rurale..

https://www.academia.edu/keypass/SlorNGhOc2dCSk5SdGpBMllXK3RNWVJNcUNYR1RoanVkWE9EYVVuYkl0bz0tLTA0YkFOR1hENStyTG1xUFNXY2xTMEE9PQ==–ee76e11c74aa9210d7e20fe23283939c46e3c64c/t/iXJHq-N3ikSbx-biwk8G/resource/work/2988981/Turismo_ruralit%C3%A0_e_sostenibilit%C3%A0_attraverso_l_analisi_delle_configurazioni_turistiche?email_work_card=minimal-title

UNO SVILUPPO ECONOMICAMENTE E SOCIALMENTE SOSTENIBILE NELL’AGRICOLTURA BIOLOGICA E BIODINAMICA

L’agricoltura sta diventando una componente del sistema economico locale  con funzioni non solo di produzione di beni alimentari,ma anche di tutela e salvaguardia del territorio, di produzione di servizi(sociali,culturali, ricreativi, turistici), così come del resto previsto dallaPolitica di Sviluppo Rurale adottata in ambito comunitario e attuata in sedenazionale e regionale.
La questione dello sviluppo rurale sostenibile  è oggetto di dibattito scientifico all’interno di diverse aree disciplinari, checomprendono la sociologia, l’antropologia, l’economia agraria, la biologia,la zootecnia, persino l’architettura e la pianificazione territoria le(Basile,Cecchi,2005). Le teorie dello sviluppo rurale
 sono intrecciate conle nuove teorie dello sviluppo sostenibile  che sottolineano i fondamenti sociali dell’agire economico, utilizzando in particolare i concetti di capitale

qui il documento intero

https://urly.it/36y9q

Maria Coppa
Università di Enna Unikore
Department Member
fonte accademia.edu

Pianificazione urbanistica e sostenibilità urbana: il ciclo di gestione dei rifiuti solidi urbani

Per avviare il processo di partecipazione e quindi il coinvolgimento della collettività bisogna conquistarsi la fiducia dei soggetti che non solo sono differenti tra loro, ma diversi sono i ruoli che ognuno di essi ha nella città e nel territorio.Promuovere il processo di partecipazione significa anche assunzione di responsabilità, attivazione di nuove tecniche di dialogo e di scelta coinvolgendo nel processo decisionale gli utenti del territorio.E’ durante il processo di partecipazione che si solleci-ta nei cittadini il diritto-dovere di cittadinanza senza distinzione alcuna. L’esperienza di partecipazione aiuta a crescere, a migliorare la capacità di relazione e da valorizzare la personalità. Insegna altresì a costruire una coscienza collettiva ed a manifestare la propria volontà in un continuo confronto e discutere le scelte in una logica di vantaggio collettivo. Tale processo non può considerarsi esaurito nella fase propositivo-pro-gettuale; occorre che la comunità abbia garanzie dalle Istituzioni e le sia riconosciuta la possibilità di con-trollo nella realizzazione e gestione del progetto a garanzia della realizzazione del progetto condiviso. Naturalmente questo è il passo più difficile da fare per-ché mentre si ha una buona disponibilità da parte delle Amministrazioni ad attivare il processo di partecipa-zione – spesso si rischia che questo diventi uno slogan propagandistico per ottenere maggiore consenso poli-tico – innumerevoli difficoltà di carattere burocratico, per l’organizzazione della macchina amministrativa,mettono in crisi il sistema avviato.Un progetto condiviso non si conclude con la sua ste-sura, ma va continuamente monitorato e verificato nel suo sistema di relazioni con gli aspetti territoriali,ambientali, culturali, sociali, economici, politici, che concorrono alla sua realizzazione. Lo sviluppo soste-nibile e la partecipazione impongono un approccio multidisciplinare.L’avere preso coscienza della rigidità dell’approccio mono disciplinare, che poco si adatta alla complessità del territorio, rende necessario fare convergere sullo stesso tema ci sono più saperi di specialisti provenienti da differenti ambiti disciplinari. Questo che inequivo-cabilmente rappresenta il percorso più corretto, sebbe-ne complesso, è occasione di scambio di metodi e tec-niche, sollecita nuovi percorsi di ricerca, arricchisce il panorama delle conoscenze e la dialettica tra i diffe-renti saperi.In conclusione, occorre mettere in moto strategie diverse che tengano conto del sistema di relazione tra risorse e situazioni locali in un’ottica di riequilibrio sociale ed economico, di tutela e sviluppo del territo-rio, nel recupero dell’identità locale

qui il documento interno https://urly.it/36y9z

di Francesca Arici

Eco-Teatro “Un Nemico del popolo”

Eco-Teatro per il territorio

“Un nemico del Popolo” 

“Eco-Teatro per il territorio” è un progetto che si propone di realizzare sul territorio di Fiumicino, una rappresentazione teatrale gratuita di sensibilizzazione culturale e ambientale, grazie alla messa in scena dello spettacolo “Un nemico del popolo” di Henrik Ibsen.

Si tratta di un dramma appassionato e stringente sull’attualità. L’opera del drammaturgo norvegese scritta a fine ‘800 è, infatti, attuale ancora oggi e raggiunge i principali temi moderni come l’ambiente, il lavoro, il potere, la responsabilità etica.

Lo spettacolo andrà in scena presso la Casa della Partecipazione a Maccarese il 29 novembre 2019 ore 21,00 con il contributo della Fiumicino Tributi.

 

Loc-Teatro-UnNemicoDelPopolo

78380022_1491114454376667_8094512489523314688_o78302831_1491114391043340_4611006520241422336_o
77272088_1491115271043252_8851126701619412992_o78380022_1491114454376667_8094512489523314688_o
72191354_1491115417709904_5428532478220435456_o78907118_1491115197709926_4580752087708598272_o
78843156_1491115094376603_5392924927298895872_o76705200_1491114547709991_5139850503437418496_o
78213738_1491114814376631_7642066418220924928_o

 

Rassegna stampa – evento “Un nemico del popolo” Teatro e Territorio dell’Associazione TeRRRe Arte Sostenibilità Cultura

Il Faro online – https://www.ilfaroonline.it/2019/11/24/maccarese-alla-casa-della-partecipazione-arriva-un-nemico-del-popolo/305466/

Q-Fiumicinohttp://www.qfiumicino.com/maccarese-teatro-con-un-nemico-del-popolo-il-29-novembre/

Fiumicino onlinehttps://www.fiumicino-online.it/focus/teatro-terrre-presenta-un-nemico-del-popolo-di-henrik-ibsen

Controlacrisi http://www.controlacrisi.org/notizia/Conoscenza/2019/11/23/53150-un-nemico-del-popolo-il-dramma-di-ibsen-a-maccarese-il-29/

Fregene Onlinehttp://www.fregeneonline.com/maccarese-teatro-con-un-nemico-del-popolo-il-29-novembre/

Geonews https://it.geosnews.com/p/it/lazio/rm/maccarese-alla-casa-della-partecipazione-arriva-un-nemico-del-popolo_26966369

Ostia Tv

Evento Facebook: https://www.facebook.com/ass.terrre/events/

A TUTTO CAMPO

Pagine da POWER POINT- A TUTTO CAMPO (2)

L’idea progettuale che segue è il frutto della collaborazione sinergicatra l’Azienda Agricola Biotorrimpietra, l’Associazione teRRRe e laCooperativa Sociale NAMASTERRA. L’intervento sarà realizzato in accordo con il Comune di Fiumicino (assessorato alle politiche sociali e le attività produttive), presso l’Azienda Agricola Bio Torrimpietra e in due plessi scolastici del territorio. La proposta concorrerà alla selezione prevista dal bando «Coltiviamo Agricoltura Sociale 2019»

 

 

 

 

COME VOTARE IL PROGETTO 🐮🐣🐥🐓

1) iscriviti: aprendo questo link https://www.coltiviamoagricolturasociale.it/progetti/a-tutto-campo/  dal menù del sito (in alto a destra trovi iscriviti) procedi con la registrazione nome cognome mail ecc.

2) conferma: riceverai una mail da Coltiviamo Agricoltura Sociale conferma  cliccando sul link

3) accedi: dovrai reinserire username e password creati in fase di iscrizione per procedere con la votazione

4) VotaA TUTTO CAMPO” CLICCANDO su 👍

A TUTTO CAMPO rappresenta un modello sperimentale, altamente innovativo per il territorio del Comune di Fiumicino. Il progetto prevede l’attivazione e lo scambio sinergico di competenze tra diversi attori del sociale (servizi sociali, cooperative, aps), istituti scolastici e aziende agricole locali. L’obiettivo è l’attivazione di una rete territoriale per l’utilizzo dell’agricoltura multifunzionale come strumento per l’inclusione sociale e lavorativa, l’educazione
ambientale e alimentare nelle scuole, la valorizzazione delle risorse del territorio. Il progetto prevede l’organizzazione di visite guidate ed eventi aperti ai cittadini all’interno dell’Azienda Agricola Biotorrimpietra.

Anziani + Smart

banner-dell-Aviva-Community-Fund-600x160 (2)

Potete votare il progetto fino al 7 maggio su avivacommunityfund.it registratevi e accedete al nostro progetto al seguente link 👇  https://bit.ly/2UaSkjk

 

Per votare con Facebook:

accedi a questo link https://bit.ly/2UaSkjk ➡nel riquadro a fianco alla foto trovi Accedi e Registrati ➡cliccaci sopra e prosegui accedendo con Facebook ➡ continua e completa la tua registrazione con il consenso alla privacy. Dopo di che assegna tutti e 10 i voti al nostro progetto!

Per votare via mail.

accedi a questo link https://bit.ly/2UaSkjk ➡completa la tua registrazione per il consenso alla privacy ➡conferma l’iscrizione cliccando sul link che ti arriva dal sito di Aviva a quel punto puoi assegnare i 10 punti al progetto.

👇attribuite 10 punti ad ANZIANI+SMART!!!
cartello-vota-il-progetto-dell-aviva-community-fund (1)Solo cosi il nostro progetto potrà essere realizzato sul territorio! Per andare in finale servono servono più voti possibili..

Ringraziamo anticipatamente per il vostro voto

Descrizione del progetto

Ridurre il digital divide, favorire la partecipazione attiva alla vita sociale e comunitaria e offrire strumenti per il supporto alle azioni quotidiane sono gli obiettivi del progetto “Anziani+ smart”. Il progetto propone un servizio di formazione per l’uso dello smartphone: dall’accensione alla navigazione in internet fino all’uso di app e social media. Nel dettaglio saranno forniti gli strumenti per entrare e uscire da internet in modo sicuro, difendersi dalle fake-news, capire come si naviga, come utilizzare le app preferite e come condividere e creare foto e video. I social saranno attenzionati in modo particolare per la loro possibilità di creare comunità e condivisione. Accedere al social networks, rispondere ai messaggi e alle richieste di amicizia delle amiche e degli amici e saper rispondere ad esempio agli inviti a concerti o a eventi del territorio è la chiave per conoscere e apprezzare un nuovo modo di comunicare e fare rete. Imparare a usare al meglio le app di messaggistica permetterà agli “Anziani+smart” di connettersi con amici, parenti e nipoti sentendosi così finalmente a proprio agio e non esclusi dal mondo virtuale.
I social e la messaggistica possono essere un valido aiuto per contrastare la solitudine e l’insorgenza di casi di depressione dovuti al proprio stato di salute. A conferma c’è uno studio dell’università del Michigan e della Pennsylvania, dove emerge che l’uso dei social ha contribuito a sconfiggere l’isolamento sociale e la depressione negli over 65. I soggetti hanno mantenuto i contatti e le interazioni con gli amici e i famigliari soprattutto se distanti. Il progetto intende promuovere la partecipazione attiva alla vita sociale e comunitaria diminuendo proprio quel gap tecnologico che tiene lontani gli anziani dalle tante occasioni di socialità, di informazione e aiuto che si possono creare grazie all’uso dei dispositivi informatici.

Beneficiari del progetto

Nel territorio, nel quale si vuole attuare il progetto “Anziani+Smart”, gli anziani sono una realtà numerosa. Ai dati 2018 su una popolazione di 79.630 abitanti, gli over 65 sono 13.091. Nel 2018 l’indice di vecchiaia per il comune di Fiumicino dice che ci sono 101,6 anziani ogni 100 giovani. Il territorio si estende per oltre 222mila km ed è diviso in quattordici località. Da qui l’esigenza di restare in contatto, anche fra conoscenti, tra i vari territori di appartenenza. I beneficiari diretti sono quindi gli over 65 del Comune di Fiumicino.