Get Adobe Flash player

Itinerari Esperienziali

 

 

L’Associazione teRRRe è supportate da Socie Promotrici Culturali Locali che favoriscono il Turismo Lento, Responsabile e Sostenibile. 

 

 

 

⊗  IT is Sabina Itinerari in Sabina                           IT is Etruria Itinerari in Etruria

Sabina2etruria

Le nostre passeggiate non sono escursioni ma semplici cammini Lenti, Esperienziali e Sostenibili

Secondo il WTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) il Turismo Sostenibile può essere definito come quella forma di turismo che “soddisfa i bisogni dei viaggiatori e delle località ospitanti e allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro.

Il Turismo Responsabile valuta l’impatto etico sulla popolazione non danneggiando i processi sociali locali, ma contribuendo al miglioramento della qualità della vita dei residenti.

Il Turismo Esperienziale offre alle persone un’esperienza intima, unica, diversa, irripetibile e ricca di valore, dove la destinazione viene messa in secondo piano e il protagonista diventa l’individuo, quindi, non più solo luoghi da vedere, ma soprattutto cose da fare. Un’esperienze da vivere a stretto contatto con le realtà locali, uniche custodi del patrimonio culturale del luogo, vivendo momenti di vita quotidiana del territorio che si visita. Valorizzare le risorse della comunità vuol dire anche promuovere una cultura del rispetto e della consapevolezza ambientale per il territorio. Il Turismo Lento (o Slow tourism) consiste nel scoprire una destinazione al proprio ritmo. Più che una forma di turismo, questo movimento è un vero e proprio stile di vita che incontra le popolazioni locali e va fuori dai sentieri battuti.

Si tratta quindi di un insieme di pratiche e di scelte che in armonia con l’ambiente, la comunità e le culture locali, favoriscono una crescita etica e rispettoso per l’ambiente. I territori che promuovono un turismo sostenibile sono un presidio di civiltà.

Per questo gli itinerari Esperienziali Sostenibili e Responsabili che sceglieremo, offriranno un’esperienza basata sul coinvolgimento, l’avventura e l’autenticità, andando a scavare nelle tradizioni, negli usi e nei costumi. Incontrare quindi, persone vere.. il bottegaio, il fornaio l’artigiano il contadino, il pastore, il maniscalco, il pescatore, il canestraio ecc.. con i quali poter condividere un’esperienza, partecipare attivamente in prima persona alle loro attività, perché il loro patrimonio sia patrimonio per le generazioni future.

Il turismo responsabile riconosce la centralità della comunità locale ospitante e il suo diritto ad essere protagonista nello sviluppo turistico sostenibile e socialmente responsabile del proprio territorio.”(AITR)

 

Verde e Oro Riquadro Bordo Geometrico Floreale Matrimonio Invito (1)

 

 

 

 

 

XI-Rapporto-Italiani-turismo-sostenibile-ed-ecoturismo-settembre-021

Pagine da XI-Rapporto-Italiani-turismo-sostenibile-ed-ecoturismo-settembre-021-2